Evenepoel: ho dei passi da fare per sfidare Pogacar, Bernal, Roglic

Category: Deceuninck-QuickStep 0 0

Dopo aver concluso la sua stagione al Chrono des Nations del fine settimana, Remco Evenepoel ha detto che spera di fare un passo avanti per raggiungere il livello dei vincitori del Grand Tour Tadej Pogačar, Egan Bernal e Primož Roglič nel 2022.

Il 21enne, che domenica si è piazzato quinto nella cronometro di 44,5 chilometri, 1:22 in meno sul vincitore Stefan Küng, ha dichiarato di essere tornato ai massimi livelli durante la stagione 2021, dopo aver subito un inizio d’anno in ritardo. dopo il suo incidente Il Lombardia un anno fa.

Nonostante una rimonta impressionante, che ha visto il prodigio Abbigliamento Ciclismo Deceuninck-QuickStep assaporare il successo al Baloise Belgium Tour, Tour of Denmark, Brussels Cycling Classic e Coppa Bernocchi su un totale di otto vittorie, Evenepoel ha detto che spera ancora di fare un altro passo dopo l’inverno .

“Sono tornato al livello dei migliori, a un livello eccellente, ma non ancora quello che volevamo e speravamo con la squadra”, ha detto Evenepoel in un’intervista a La Derniere Heure domenica.

“Sappiamo che ho la possibilità di fare meglio ma ci vuole ancora un po’ di pazienza. Il momento arriverà sicuramente. Bisogna avere le gambe, saper scegliere il momento e passare un inverno senza problemi.

“Ma ho ancora qualche passo da fare prima di poter sfidare Pogačar, Bernal e Roglič, e soprattutto riuscire a batterli. Spero che sarà così dalla prossima stagione”.

Dopo aver riportato una frattura al bacino nell’incidente sul Muro di Sormano a Il Lombardia lo scorso agosto, Evenepoel ha fatto il suo ritorno alle corse al Giro d’Italia di quest’anno. Dopo quasi otto mesi di assenza dalla moto, al suo debutto nel Grand Tour si è goduto alcune ottime uscite, a un certo punto è stato secondo assoluto prima di uscire fuori dai giochi sulla ghiaia e in montagna.

Ha abbandonato dopo la 17° tappa, ma è tornato a mettere a segno una serie di risultati da capogiro, culminati con una gara da protagonista – se contestata – ai Mondiali, e una vittoria in solitaria di 31 chilometri alla Coppa Bernocchi all’inizio di ottobre.

Con due ultimi giorni di gara alle spalle da allora, compreso un ritorno a Il Lombardia, ha detto che ora è felice di prendersi una pausa, avendo lavorato quasi senza sosta in allenamento e riabilitazione dalla metà della scorsa stagione.

“Sono felice di andare in vacanza”, ha detto Evenepoel. “Mi farà molto bene, fisicamente e mentalmente. Ne ho bisogno perché lavoro instancabilmente da un anno e mezzo, dalla caduta ma anche prima”.

Related Articles

Add Comment